Produttori

Asparago piacentino

 

L’Asparago Piacentino ad oggi non possiede una denominazione come altre tipologie italiane che si fregiano di IGP (indicazione Geografica Protetta) o di DE.CO. (Denominazione d’Origine Comunale) ma non per questo non rispetta regole di coltivazione e produzione, anzi al contrario rispetta un disciplinare di produzione con molti vincoli e limitazioni.
L’area di produzione dell’Asparago Piacentino ha il suo fulcro in zone dove i terreni sono ben drenati, condizione primaria per questa produzione, corrispondente ai comuni di Besenzone, Cadeo, Calendasco, Castel San Giovanni, Castelvetro, Cortemaggiore, Gazzola, Gragnano, Monticelli, Pontenure, San Pietro in Cerro, Villanova per un’estensione complessiva di circa 20 ettari.  

Coltivazione. E’ una coltura poliennale, che richiede alcuni anni di attesa prima arrivare a produzione che però può durare anche una quindicina d'anni. L'asparago può essere coltivato in pieno campo oppure in apposite serre dette asparagiaie, in due modi: tramite la semina da marzo a giugno in una terra ricca e friabile intervallandole di 10 cm, trapiantandone successivamente i rizomi oppure direttamente per trapianto, su un suolo molto drenante, senza umidità.
La raccolta dei turioni va fatta da fine marzo a giugno non appena spuntano dal terreno, prima del loro sviluppo aereo altrimenti lignificano diventando duri.

Proprietà
. Gli asparagi sono ricchi di fibre e contengono poche calorie, per questo sono particolarmente indicati nelle diete dimagranti. Hanno un alto contenuto di minerali, in particolare di calcio, fosforo e potassio. Hanno proprietà depurative, ma sono anche ricchi di acido urico, per cui è sconsigliato il consumo a coloro che soffrono di cistite, gotta e infiammazioni ai reni.

Storia
. L’Asparago Piacentino non vanta una tradizione storica consolidata ma si sta affermando come una produzione di qualità e valore, con una grande potenzialità di sviluppo per il mercato a vendita diretta e con nuove opportunità di reddito a nuove aziende.
 
Il prodotto. L'asparago contiene importanti sostanze nutrizionali  tra cui ricordiamo l'Asparagina (aminoacido) importante nella regolazione del metabolismo del sistema nervoso nonchè in grado di agire positivamente sulla resistenza all'affaticamento. Sono presenti altre sostanze utili come acido folico e sali minerali di potassio, calcio, ferro e fosforo. Infine alcune prorprietà dell'asparago sono tali da funzionare come antidepressivo e antiossidante e alcune funzioni sul metabolismo del colesterolo. A questo proposito in alcune diete dimagranti è consigliato l'uso di questo prodotto proprio per le sue capacità diuretiche e per il basso contenuto calorico.

Torna alla pagina dei Prodotti Tradizionali